Emergency / Centrali di Emergenza / Computer Aided Dispatch / Life 1st Mobile

Life 1st Mobile

— La Sala Operativa sul territorio.

Comunicazione veloce ed efficiente

Velocità di informazione, precisione nella condivisione, intervento tempestivo: sono queste le caratteristiche capaci di rendere performante un centro di emergenza, e un cittadino più sicuro e tutelato. Le piattaforme per device di tipo mobile di Beta 80 aggregano gli strumenti più avanzati per agevolare il lavoro degli operatori di centrale e dei soccorritori sul campo, coordinando persone e risorse e senza rallentare i sistemi IT.

Contattaci
avatar

Beta 80 Group

Company Group

App e sistemi per i soccorritori

Beta 80 offre una vasta gamma di soluzioni di tipo mobile, sia per iOS che per Android, ormai utilizzate da tante regioni e singoli cittadini, per gli operatori in campo e per le situazioni di difficoltà. La chiave del sistema in questo ambito è Smart Hub, la soluzione universale progettata per contenere una serie di funzioni chiave comuni a tutti i First Responders (medici, vigili del fuoco e forze di polizia), agli operatori di ambulanze e di automezzi dei pompieri, e ai cittadini che prestano servizio di prima assistenza.

Life1st Smarthub riporta nel mondo dell’emergenza quella semplicità tipica delle app di tutti i giorni. Ricevere notifiche di nuovi eventi, inviare foto, segnalare il proprio stato d’avanzamento, seguire la rotta verso l’evento assegnato, mettersi in comunicazione coi colleghi e con la centrale operativa tramite chat.

La soluzione offre moduli specifici di gestione dei processi, consentendo di personalizzare e registrare il metodo di intervento, i rapporti e i dati di scena. Smart Hub raccoglie informazioni come rapporti di funzionamento, registrazioni di polizia, report su pazienti personalizzati per ambulanze, rapporti d’intervento o relazioni di ispezione per i vigili del fuoco.

 

Per le Ambulanze, poi, è disponibile Life 1st ePCR (Electronic Patient Clinical Record), l’estensione che consente di avere una vera e propria scheda clinica su tablet, da compilare e inviare alla Centrale Operativa.