Emergency / Centrali di Emergenza / Computer Aided Dispatch / Life 1st GIS

Life 1st GIS

— Geolocalizzazione a misura di Centrale Operativa.

Localizzare con velocità e precisione

Quando ogni secondo può fare la differenza, è fondamentale localizzare la situazione di emergenza con chiarezza ed esattezza. Una mappa con una cartografia immersiva, completa di mezzi, unità e punti d’interesse è la chiave per trovare sempre informazioni e risorse necessarie. Life 1st GIS di Beta 80, anche nella sua integrazione con Waze, è sviluppato per affiancare l’operatore nel capire la corretta posizione del chiamante e inviare sempre il mezzo giusto, grazie a un’interfaccia intuitiva e completa.

Contattaci
avatar

Beta 80 Group

Company Group

Una sola interfaccia per tutte le cartografie

Beta 80 ha sviluppato Life 1st GIS, una piattaforma con una serie di strati cartografici statici e dinamici, servizi di localizzazione e informazioni in tempo reale. Il tutto in unico sistema. Con Life 1st GIS è possibile:

  • visualizzare dati localizzazione del chiamante (coordinate GPS, AML, eCall, localizzazione su triangolazione celle, etc.)
  • visualizzare gli eventi in corso, di POI e delle risorse, con spostamenti in tempo reale (AVL)
  • geo-codificare gli indirizzi
  • calcolare il percorso al luogo dell’evento in tempo reale e basandosi su uno stradario completo
  • integrare i dati di traffico e di incidenti stradali in tempo reale, con la piattaforma Waze
  • integrare il servizio di localizzazione What3words
  • utilizzare i principali formati di mappe (TomTom, OpenStreet Maps, Google Maps e Google Street View)
  • utilizzare i livelli informativi nei formati shapefile, WMF, WMS e molti altri
  • utilizzare un’interfaccia utente progettata secondo gli standard UCS (User Centered Design), per una fruizione semplice, intuitiva ed efficiente.

Diminuire i tempi di soccorso: Waze

Grazie al supporto di 100 milioni di utenti in tutto il mondo e alle loro segnalazioni, Waze, la app di navigazione stradale di Google, permette di visualizzare eventuali blocchi, lavori stradali e incidenti in tempo reale. Sfruttando la app nella sua integrazione con Life 1st GIS, Beta 80 permette una pianificazione del tragitto responsiva e ottimizzata al massimo.

Infine, grazie a una partnership tra European Emergency Number Association (EENA) e Beta 80, Waze contribuisce a diminuire la velocità di risposta alle emergenze. Il progetto, lanciato in Lombardia, è oggi un servizio che prevede che le segnalazioni di incidenti da parte di utenti Waze che si trovano nella regione, vengano direttamente comunicate in tempo reale alla Centrale 112, grazie all’integrazione con il CAD. A quel punto, i soccorsi si servono di Waze per raggiungere la destinazione nel minor tempo possibile, mentre gli altri utenti che si trovano in zona sono avvisati del sinistro. Il progetto, sperimentato negli USA, ha portato a una diminuzione dei tempi di intervento di quasi 4 minuti e mezzo.