Emergency / Protezione Civile / Safety 1st – La Sala Operativa

Safety 1st – La Sala Operativa

— La tecnologia per la Sala Operativa.

Al servizio della Protezione Civile: la piattaforma Safety 1st

Safety 1st è la piattaforma realizzata da Beta 80 allo scopo di supportare le Sale Operative nella gestione di emergenze e crisi. La sala diventa un vero e proprio Emergency Operation Center, che raccoglie la nostra esperienza decennale nella realizzazione di sistemi per il soccorso sanitario e del numero unico di emergenza. La soluzione è completamente web based e realizza un Virtual Emergency Operation Center. È una soluzione modulare, che può essere installata on premise o essere erogata secondo un paradigma SaaS – Software as a Service.

Contattaci
avatar

Beta 80 Group

Company Group

Tante situazioni, un solo hub

Grazie a Safety1st è possibile prendersi cura di tutti i diversi aspetti dell’emergenza. Per quanto riguarda infatti la gestione di eventi continuativi, permette di registrare le attività, selezionare le giuste risorse, inviare i mezzi più appropriati. Il sistema è progettato anche per affrontare situazioni tipiche, quali nevicate o incendi boschivi, e anche per gestire situazioni non pianificabili o non regolari (terremoti o eruzioni). Consente di ricevere segnalazioni di possibili eventi avversi e offre strumenti all’avanguardia per registrare le attività.

La gestione dell’allertamento è un altro ambito a cui Safety1st fa fronte con successo, perché governa le allerte classificandole per rischio e per gravità, e supporta l’operatore di sala nell’esecuzione delle attività previste, ottimizzando le comunicazioni in uscita ed in entrata.

Anche nella gestione di piani di emergenza è possibile contare sulla performance della piattaforma, perché è capace di coprire tutto il processo di gestione dell’emergenza, dalla pianificazione al superamento, al monitoraggio dell’avanzamento.

 

Integrando queste fasi, Safety 1st permette in particolare di:

  • avere una corretta gestione dell’informazione in un’ottica collaborativa
  • ottenere informazioni immediate sulle caratteristiche del territorio e sugli interventi da effettuare
  • sapere non solo cosa si debba fare a fronte di un accadimento, ma anche chi deve essere in charge per ogni attività
  • avere sempre un quadro situazionale chiaro e aggiornato per ridurre i rischi e migliorare l’efficienza degli interventi
  • usufruire di una gestione più rapida ed efficace delle operazioni di intervento.

Dalla non-emergenza alla maxi-crisi

Condividere le pianificazioni e incrementare l’efficienza dell’intervento: Safety 1st consente alle unità amministrative di condividere i propri piani di emergenza con tutti gli attori coinvolti. Ciascuna unità amministrativa può rendere disponibile il proprio piano di emergenza, sia nella parte documentale sia nella parte della localizzazione geografica, operando direttamente dall’applicativo. Il piano è organizzato in una parte generale, a carattere geografico, in cui è possibile identificare aree di rischio, punti di forza e di debolezza del territorio e nella parte legata alle linee di pianificazione e modello di intervento.

 

Safety 1st aiuta nel lavoro della Sala Operativa anche in momenti di non-emergenza, con la gestione di procedure operative, perché è possibile configurare le attività che devono essere svolte al verificarsi di situazioni critiche e le comunicazioni da dover effettuare. Alcune di queste potranno essere attivate in modo automatico all’insorgere di un evento.

 

Infine, Safety 1st diventa fondamentale in situazioni di maxi emergenza e crisi, quando è richiesta una gestione collaborativa in ottica interforze. Più attori possono condividere dati relativi alle operazioni in corso. Grazie a questo modulo si possono ottenere informazioni immediate sulle caratteristiche del territorio e sugli interventi da effettuare.