ICT Solutions / Cloud / Cloud Enablement

Cloud Enablement

— Dall’accessibilità alla sicurezza.

Passare a cloud: una scelta fondamentale.

La tecnologia cloud costituisce le fondamenta quando si vuole operare una digital transformation. Farlo significa rendere l’IT efficiente, flessibile, misurabile ed affidabile. Ma complessità e potenziali costi spesso frenano le aziende dal compiere questo passo, e una transizione scarsamente pianificata, eseguita o governata può portare a risultati problematici. Per questo è importante affidarsi agli strumenti e processi più idonei. Insomma, al giusto partner: l’expertise di Beta 80.

Contattaci
avatar

Andrea Casiraghi

Line of Business Manager

I nostri partner

Le modalità di offerta di cloud storage che Beta 80 propone sono prodotti di Microsoft e Amazon e prevedono sia soluzioni SaaS (Software as a Service), che PaaS (Platform as a Service), che IaaS (Infrastructure as a Service).

Nello specifico, i cloud provider di cui Beta 80 è partner sono Azure e AWS (Amazon Web Services). È possibile implementare i suddetti in modalità pubblica (di proprietà del provider), privata, o ibrida. Grazie all’esperienza di Beta 80, attraverso l’ascolto e il confronto con l’azienda cliente, è possibile individuare il partner più adatto, a seconda della modalità che si ritiene possa performare di più, delle funzionalità di controllo che si desiderano attivare, e altro.

È importante considerare che l’utilizzo di servizi di storage in cloud può portare ad un risparmio del 60% rispetto all’archiviazione on-premise. I costi passano da CapEx a OpEx e il ROI è massimizzato.

Loghi MS Azure e Amazon AWS

Il cloud diventa un alleato cruciale in ambito di disaster recovery, con riduzione dei costi di backup dei dati, ripristino di emergenza e business continuity; offre anche la possibilità di eseguire il mirroring dei dati in più siti ridondanti nella rete del provider di servizi cloud. Non è necessario cominciare con un budget impegnativo, in quanto non ci sono costi anticipati ma solo a consuntivo, in modalità pay as you go. È possibile definire accordi sui livelli di servizio (SLA – Service Level Agreement) e persino le tabelle di ammortamento per gli investimenti in essere. Attraverso una fase pilot poi è possibile acquisire familiarità con il cloud, per poi definire i passi successivi. Per fare un confronto, si devono considerare tutti i costi di funzionamento dell’attuale struttura IT (Total Cost of Ownership – TCO): costi di struttura (energia, raffreddamento impianti), costi del personale tecnico (sistemisti, esperti LAN) e così via.

Benefici tangibili, immediatamente

Il passaggio a una modalità cloud permette di aumentare i livelli di sicurezza dei dati dall’azienda, di garantire al meglio continuità operativa e collaboration, e una maggiore flessibilità. Flessibilità che significa miglioramento del time to market e della performance, in quanto vengono limitate le potenziali inefficienze legate all’utilizzo di piattaforme diversificate. Le soluzioni di cloud proposte da Beta 80 prevedono infatti un programma di aggiornamento completo che centralizza le attrezzature, ne ottimizza l’utilizzo e le distribuisce in maniera controllata, così da risparmiare costi e migliorare le prestazioni del servizio. Infine, l’azienda può contare su un’immediata scalability, così da poter soddisfare eventuali necessità temporanee.

Anche la security beneficia del modello cloud, in particolare per quanto riguarda gli aspetti di protezione dati e compliance con la normativa. In caso di guasti dei dispositivi e perdita delle informazioni in locale, infatti, il cloud limita o azzera i danni. Gli amministratori della sicurezza sono in grado di definire le policy e analizzare gli eventi in modo intuitivo. I sistemi di protezione quali antivirus ed anti-malware sono aggiornati continuamente e con maggior rapidità rispetto a quanto sarebbe possibile fare su sistemi on-premise.

Infine, il team work è enormemente migliorato, perché l’accessibilità è permessa e allo stesso tempo controllata.